Tag: percezione

Fa maggiori danni l’alcol o la cannabis? Quando la cultura influenza la percezione

Nell’articolo di oggi analizzerò un argomento “politically uncorrect”: le droghe.In particolare, voglio porre l’accento su un fortissimo divario tra percezione e realtà che permea le nostre tradizioni e di conseguenza le nostre priorità e la nostra stessa legislazione. Fa maggiori danni l’alcol o la cannabis? Definiamo “sostanze stupefacenti” quelle sostanze che, se assunte, sono “capaci di determinare artificiosi stati di benessere, ma…

Percentuali delle etnie in carcere: cosa dicono le statistiche?

In questo articolo farò alcune considerazioni sul divario tra percezione e realtà partendo da un esempio che ci permetterà di valutare come sia possibile alterare la nostra percezione manipolando i dati statistici: le percentuali delle etnie in carcere. Detenuti nelle carceri italiane L’esempio è quindi quello, risaputo e molto “politicizzato”, della percentuale delle etnie in carecere, ossia l’incidenza della nazionalità sulla propensione…

Qual è la reale incidenza dell’immigrazione sul tasso di omicidi?

In tema di divario tra percezione e realtà, analizziamo oggi altri dati ISTAT per capire quale sia la reale incidenza dell’immigrazione sul tasso di omicidi, parlando appunto di omicidi da parte degli immigrati clandestini. Stando alla nostra percezione, influenzata dai media e dalle notizie che circolano sul web, l’incidenza dell’immigrazione clandestina di questi ultimi anni sul tasso di omicidi ci appare elevatissima…

Femminicidio e etnia dell’assassino

Con il primo esempio di divario tra percezione e realtà, ragioneremo su femminicidio e etnia dell’assassino, cercando di verificare se effettivamente l’immigrazione clandestina abbia un’incidenza (e di che portata) sugli omicidi e le violenze ai danni delle donne. Le statistiche sul femminicidio Un’analisi dell’ISTAT condotta insieme al Ministero della Giustizia ci offre un primo spunto per ragionare sul divario tra percezione e…

Divario tra percezione e realtà: cos’è e perché esiste

Con oggi inizieremo ad illustrare cosa sia il divario tra percezione e realtà e perché esista. Prenderemo spunto da un sondaggio IPSOS del 2017 che rivela che l’Italia è il primo Paese in Europa per percezione alterata della realtà. Il problema nasce, come indicato la scorsa settimana parlando della teoria dell’iceberg, principalmente dal fatto che utilizziamo poco l’informazione attiva e ci affidiamo…

Effetto framing: interpretare le informazioni in base al contesto

Quando il contesto influenza il nostro giudizio Quello che chiamiamo effetto framing è una distorsione cognitiva che porta il nostro cervello a valutare, giudicare o interpretare le informazioni in base al contesto in cui sono fornite e in determinati casi addirittura dal modo in cui il quesito in questione viene posto. Alcuni studiosi definiscono questa distorsione come “dipendenza da incorniciamento“. “Il termine dipendenza…

Euristiche: le inferenze inconsce

Un esempio di euristica che ho trovato particolarmente affascinante attiene all’interpretazione visiva dei nostri occhi. Il nostro cervello, infatti, non si limita a prendere l’immagine così per come gli è trasferita dai nervi oculari, ma cerca di interpretarla, dandole un significato e andando, come dice GIGERENZER, “oltre l’informazione ricevuta”; per farlo, utilizza dei dati che il cervello ha già assimilato a priori…