La notizia che ci è arrivata dall’Africa il mese scorso è favolosa: la polio è stata eradicata (qui un approfondimento).

Una lunga e massiccia campagna di vaccinazione ha portato, nel giro di 10 anni, a raggiungere una copertura vaccinale superiore al 95%; gli ultimi Paesi a non riscontrare più casi di polio per 3 anni consecutivi – condizione essenziale secondo i protocolli dell’OMS – sono stati la Nigeria e il Camerun.

Si tratta ovviamente di un traguardo storico importantissimo, che ci dà l’ennesima prova che le campagne di vaccinazione sono efficaci e fondamentali nella lotta alle malattie virali.

I No Vax e la poliomielite

Naturalmente, la polio è stata eradicata e questa è una cosa evidente a tutti, tranne che ai no vax, le cui capacità logiche sono risapute essere del tutto assenti (ne ho parlato anche qui).

Sono riuscito a discutere con diversi di loro, a seguito dell’avvenimento, che riuscivano ad insistere sul fatto che il vaccino della polio fosse una truffa perché causava la malattia invece di prevenirla.

A supporto di queste elucubrazioni, fornivano elenchi interi di studi scientifici che attestavano questa verità, pubblicati dalla stessa OMS (cioè quelli che ce lo vogliono nascondere in ogni modo, quindi tutte le prove compromettenti le pubblicano su internet così i no vax le trovano e li incastrano… ndr).

la polio è stata eradicata

Come tutti i no vax, anche il nostro amico però non ha aperto neanche uno di quegli studi per verificare cosa si dicesse. Io invece l’ho fatto. In effetti, ci sono stati casi in cui il virus attenuato del vaccino è riuscito comunque a scatenare epidemie di poliomelite.

Come è possibile tutto ciò? Ma allora davvero il vaccino è pericoloso, è davvero tutto un complotto delle case farmaceutiche per fare soldi sulla salute della gente?

Il vaccino della polio causa la malattia?

Sotto questo profilo, anche altri no vax hanno insistito su tale concetto riportando addirittura fonti autorevoli come The Guardianqui il link – che parlano proprio della diffusione di epidemie di polio causate dal vaccino. Tolto il fatto che, stranamente, i no vax considerano autorevole una fonte solo quando sembra sostenere la loro idea, mentre quando dice il contrario è la solita “testata giornalistica di regime pakata dai poteri forti“, in ossequio al bias di conferma che caratterizza tutti loro, il vero problema sta nel fatto che i no vax non sanno nulla di virologia e gli articoli manco li leggono.

la polio è stata eradicata dall'Africa

La questione riportata dal The Guardian riguarda il vaccino orale, ancora molto diffuso in Africa per via della sua maggiore economicità e della maggiore facilità di reperimento; esso si basa su un virus polio attenuato che, in alcuni sporadici casi, non causa la malattia nel soggetto vaccinato, ma contribuisce a diffondere attraverso le feci quel virus attenuato, che in certi casi può mutare e diventare più aggressivo – diventando simile alla c.d. polio selvaggia – e che, per via della scarsa igiene del continente, può scatenare nuove epidemie.

Il problema è stato egregiamente esposto da un articolo de Il Post, di cui vi riporto un estratto significativo:

Per eliminare la poliomielite, i vaccini sono stati fondamentali, ma in alcuni paesi l’impossibilità di fornire una copertura adeguata della popolazione ha portato a rari casi di poliomielite conseguente proprio alla vaccinazione. La versione più economica del vaccino, somministrabile oralmente e non più in uso in moltissimi posti fra cui Europa e Stati Uniti, ha continuato ad essere utilizzata in Africa perché richiede meno strumenti rispetto al vaccino somministrabile attraverso un’iniezione e meno personale medico: il preparato contiene al suo interno il virus vivo in forma attenuata che, senza costituire un pericolo per la salute, permette di sviluppare gli anticorpi necessari per resistere alla malattia.

Chi riceve la dose rilascia con le feci la versione attenuata del virus per qualche settimana, con la possibilità che questo entri in contatto con altre persone, per esempio attraverso acqua contaminata dovuta a scarse condizioni igieniche. Il problema è che più il virus attenuato rimane in circolazione, più aumenta il rischio che vada incontro a mutazioni fino ad assumere una forma simile a quella del virus selvaggio vero e proprio, che causa le gravi forme di paralisi.

In Africa erano risultati 68 casi di poliomielite derivanti dal vaccino nel 2018 e 320 nel 2019. Quest’anno il rischio è che il loro numero aumenti, perché la crisi legata all’epidemia da coronavirus ha portato molti enti pubblici e privati a sospendere le campagne di vaccinazione di massa. E anche il poliovirus indotto da vaccino si contrasta vaccinando più persone possibili.

Il Post, 26 agosto 2020

Come al solito, basterebbe avere un minimo di spirito critico e un minimo di voglia di approfondire le questioni per trovare le risposte ai legittimi dubbi che qualunque non addetto ai lavori può maturare su materie così complesse. Ma ai no vax non interessa la verità: a loro interessa solo avvelenare i pozzi con teorie bislacche al solo scopo di sentirsi più intelligenti degli altri. E per farlo riescono a contestare un’evidenza come il fatto che la polio è stata eradicata dall’Africa, lamentandosi che in realtà il vaccino è la causa delle epidemie, senza saper spiegare come sia possibile, allora, che la campagna di vaccinazione di massa abbia azzerato i casi di poliomelite selvaggia.

Così come nessuno di loro riesce a spiegare come si concilierebbero gli interessi economici di Big Pharma nel vendere vaccini con il fatto che questo annuncio comporti l’inevitabile interruzione della campagna vaccinale, quindi la fine del business.

Tutto ciò è divertente, soprattutto perché del vaccino per la polio si lamentano loro, che sono stati vaccinati a suo tempo e quindi possono godere dell’eradicazione della malattia grazie ai vaccini, e non se ne lamentano gli stessi africani, che anzi esultano per il risultato raggiunto e che per 10 anni hanno accettato i minimi rischi portati dal vaccino per evitare i palesi rischi portati dalla malattia, proprio perché la vivevano in prima persona, in ossequio al quel famoso rapporto costi/benefici che i no vax non sono ancora riusciti a capire in tutti questi anni.

Questa gente è un insulto all’intelligenza dell’umanità, e continua a negare l’evidenza a costo di mostrare a tutti quanto sia ignorante. Ma sono come noi, prendono decisioni come noi, condizionano l’opinione pubblica come facciamo noi e soprattutto votano come noi.

La polio è stata eradicata in Africa; tra mille traversie, tra mille rischi, a costo di effetti collaterali rari, ma alla fine è stata eradicata e nessuno in Africa dovrà più porsi il problema di contrarre la polio, che fino a qualche anno fa era un rischio sentito e concreto. Mai più, per tutte le generazioni a venire. I no vax possono dire quello che vogliono, ma questo resta un fatto.

La scienza ha vinto di nuovo e questa è l’unica cosa che conta davvero.

P.T.